banners/foto_arte_cultura_1.jpg

Arte e cultura

Arte e cultura

Allegati

Altre immagini

Clicca sulle immagini per ingrandirle
Fiore di plastica retro
Fiore di plastica
La caccia della iena
Allegri fantasmi
Foglie artistiche
Leprotto pasquale

Un'idea per creare

In questo spazio vengono pubblicate le idee di laboratori da fare a casa, si comincia con un bel "Fiore di plastica"

Fiore di plastica

Occorrente

-Bottiglia di plastica dell'acqua da un litro e mezzo con tappo

-Uno stecchino da spiedini

-Carta velina colorata

-Cartoncino bristol verde

-Pennarello verde

-Colla a caldo

 

Esecuzione

 

-Incidere la bottiglia con il taglierino a circa 10 cm partendo dal collo, infilare le forbici nell'incisione e tagliare tutto intorno, per fare il fiore serve solo la parte superiore della bottiglia con il tappo.

-Ricoprire esternamente la bottiglia con della carta velina (es. carta velina rossa o rosa o arancione o fucsia o azzurra), per fare questo conviene strappare la carta velina a mano in quadratoni da 5 cm circa iniziare ad incollarli con della colla stick partendo dal collo a scendere, non è consigliabile fare più strati.

-Ripassare la colla stick tutto intorno sopra la carta velina attaccata, è importante che la carta aderisca bene alla bottiglia, inoltre passando la colla sopra una volta asciutta conferirà al fiore un bell'aspetto lucido.

-Colorare lo stecchino da spiedino con il pennarello verde per fare il gambo del fiore.

-Con una matita o un pennarello disegnare i petali sulla carta velina attaccata alla bottiglia, partendo dal collo, solitamente si ottiene un fiore a 5 petali, ma dipende dalla forma della bottiglia.

-Ritagliare con le forbici i petali partendo dal fondo e facendo attenzione a non staccarli dal collo della bottiglia. Nel tagliare i petali arrivare con le forbici fino al collo della bottiglia.

-Aprire i petali girandoli al contrario rispetto alla piega originaria della bottiglia.

-Incollare con la colla a caldo lo stecchino al tappo della bottiglia.

-Ricoprire lo stecchino e il tappo con della carta velina verde.

-Riempire l'interno del tappo una pallina di carta velina gialla.

-Ritagliare due foglie dal cartoncino bristol verde e incollarle al gambo del fiore con la colla a caldo. 


Auguri affettuosi da leprotto pasquale
(Dalla rivista “Stella creazione trendy” no.6)
Occorrente

-Mollette da bucato di legno
-Cartoncino bristol
-Filo armato in ciniglia beige 6mm

Esecuzione

-Dipingere con colori acrilici o tempera le mollette
-Ritagliare nel cartoncino le facce e i piedi del coniglio
-Incollate sul retro della parte anteriore della molletta un pezzo di filo armato in ciniglia di 11 cm


Foglie artistiche

Occorrente

-Foglie cadute a terra e quindi secche
-Cartoncino
-Colla

Esecuzione

-Raccogliere foglie di varia grandezza, colore e forma
-Mettere le foglie in mezzo a dei libri per alcuni giorni
-Incollare le foglie nel cartoncino formando le figure che volete




Allegri fantasmi
(per un Halloween meno puroso)

Occorrente

-Carta da fotocopia
-Piume o striscioline di carta

Esecuzione

-Ricavare un quadrato dal foglio di fotocopia A4
-Piegare lungo una diagonale e poi portare due verticiverso il centro e si otterrà la forma della foto
-Praticate due fori per le dita e decorate


La caccia della iena
( da “Il grande libro dei giochi” -Susan Adam-Edicart)

Occorrente

- Cartoncino marrone per la base del tavoliere
- Cartoncino giallo o marrone chiaro per i 42 dischetti
- Colla
- Dado
- Forbici
- 1 faccia da iena
- 4 facce da abitanti del luogo
- 1 pozzo
- 1 casa del villaggio

Le dimensioni del tavoliere e dei dischetti sono a piacere

Tavoliere

Come si gioca:

Ogni giocatore sceglie una pedina e partire dal villaggio deve fare sei.A turno i giocatori lanciano il dado e avanzano del numero di dischetti indicato dal dado.Chi fa 6 tira ancora

Quando i giocatori arrivano al pozzo si fermano a lavare i panni e potranno ripartire solo dopo aver fatto 6 con il dado.

Il primo giocatore che torna al villaggio vince, ma il gioco non è finito!Il giocatore prende la pedina della iena.La iena si dirige verso il pozzo raddoppiando a ogni tiro del dado.Quando raggiunge il pozzo riparte e mangia tutte le pedine che incontra (deve capitare nella stessa casella.

Il gioco è di originario del Sudan, un paese dell’Africa quasi interamente desertico.Ogni dischetto del tavoliere rappresenta i giorni di viaggio che le donne devono fare per andare a lavare i panni nel pozzo

XHTML 1.1 valido CSS valido Dichiarazione di accessibilità